L'Appunto di Aly Baba Faye

Family Flop? La partita resta aperta

family-day-20151La tradizionale polemica sul tasso di partecipazione di una manifestazione di piazza può suscitare passioni politiche. Il Family Day non poteva sfuggire a questa tradizione. D’altronde, è anche giusto tarare il successo o meno di una manifestazione in termini di numero di participanti. Ma spesso questo criterio da solo non basta per valutare il valore intrinseco di una manifestazione. Ripeto sempre che a Piazza Tiennamen c’era una sola persona a sfidare un regime. Oggi, sempre di più, bisogna andare oltre il dato statistico per valutare una manifestazione pubblico soprattutto su temi che interpellano la coscienza civile del paese. Non tutte le manifestazioni sono uguali, un concerto musicale non è apprezzabile allo stesso modo del Family Day. E coloro i quali, da ieri, festeggiano il cosiddetto Family Flop devono però sapere che la partita sulle unioni civili è ancora aperta nella società, che la consistenza del fronte conservatore va ben oltre il perimetro di una piazza, che possiamo definire “militante”. Poi va rilevato il fatto che oramai l’andare in piazza sta diventando sempre più un’affare per pochi, in un momento in cui la crisi della politica si evidenzia in una crisi di militanza e di partecipazione. Tuttavià, credo di poter dire che il fronte conservatore sia molto più ampio di quel esercito di militanti che sono andati in piazza. E non ci giurerei che nel caso ci fosse un referendum (sic) voterebbero contro le Unioni Civili solo quelli che sono scesi in piazza ieri! Insomma, per I diritti civili non c’è da dormire sugli allori, e poi la cosa preoccupante è che ieri non era una manifestazione PER chiedere diritti o rivendicare riconoscimento sociale come ad esempio un gay pride. La cifra del Family Day è che si è trattata di un’iniziativa CONTRO perché vuol negare la possibilità di riconoscere dei diritti! E questo è il punto su cui riflettere, oltre il mero dato statistico sulla partecipazione! Insomma, resta un grande lavoro culturale da fare perciò è presto per poter gioire. Questione di Vigilanza

Annunci

Written by Aly Baba Faye

1 febbraio 2016 a 22:44

Pubblicato su politica