L'Appunto di Aly Baba Faye

Se il buongiorno si vede dal mattino…

leave a comment »

.

.

.

E’ presto per formulare un giudizio compiuto sul nuovo governo. Siamo all’inizio di un percorso e ancora deve essere completata la squadra con la nomina dei vice-ministri e sottosegretari. Ma la scelta di figure “tecniche”, un numero limitato di ministri e le competenze attribuite contengono certamente delle indicazioni politiche chiare e nette. Monti sa che, al di là delle tecnicalità, l’azione di governo presuppone delle scelte politiche. Le riforme, si sa, hanno sempre un connotato politico e non sono mai neutrali. Basta vedere le reazioni aggressive della Lega per capire come la sfida è anche politica. Monti ha pienamente consapevolezza che il suo, pur essendo apartitico, dovrà svolgere una funzione politica. E il suo governo non si sottraerà a questa esigenza anche se dovrà armarsi di prudenza e senso di equilibrio. Il poco tempo a disposizione non dovrà essere speso per una governance da galleggiamento. Forse si può azzardare che qualcosa di buono succederà. Negli ultimi giorni, sono stati in molti a rilevare il cambio di stile e la ritrovata credibilità dell’Italia dopo l’insediamento del nuovo governo. Monti si è presentato per primo al Parlamento Europeo e anche questo è un segnale. Poi è stato invitato nel vertice dei paesi leaders dell’UE e questo è un segno di fiducia nel nuovo corso. Nessuno deride più il premier italiano cos scontata fino a qualche mese fa. E poi ci sono ulteriormente fatti compiuti dai suoi ministri che sembrano confermare il fatto che il governo individuato dei “tecnici” intende fare delle scelte a forte valenza politica nel senso nobile del termine. Ecco dunque che le mosse di tre ministri raccontano di una prospettiva politica e di un approdo possibile. L’uscita del ministro del welfare Elsa Fornero sul tema delle pensioni e la disponibilità a dare una mano alle parti sociali per trovare una soluzione meno tramautica alla vicenda della Fiat di Termini Imerese è apprezzabile in termini di equilibrio. La prima visita ufficiale del nuovo titolare della Farnesina Giulio Terzi è stata verso la Turchia. Una scelta che la dice lunga sul desiderio di riposizionamento strategico e sul coraggio della verità (discusso qui) che il nuovo esecutivo vuole assumere per una presenza autorevole in Europa, nel Mediterraneo e nel mondo. Pace, sicurezza e cooperazione sono i principi che si annidano nella mossa di Terzi che senza dubbio ha l’ambizione di dare all’Italia un ruolo da Global Player. Infine c’è il gesto simbolicamente forte del ministro per la coopération internationale e per l’intégration Andrea Riccardi che è andato a fare visita alla tomba di Jerry Masslo, rifugiato politico ucciso il 24 agosto 1989. Dunque possiamo già intravedere una certa coralità nell’azione di governo che sa molto di svolta positiva. Con quest’ultimo gesto il fondatore della Comunità di San Egidio dimostra coerenza con il suo impegno prestigioso nel campo della pace e dei diritti umani. Dunque la logica di apertura e di accoglienza ma anche di uguaglianza nella dignità sono un pedigree di questo governo di “tecnici”. Perciò è legittimo pensare che il governo Monti si candidi a riposizionare l’Italia in Europa e nel mondo, a gestire le complessità della nostra contemporaneità ripristinando i valori fondamentali e la migliore tradizione di questo paese. Così se il buongiorno si vede dal mattino allora c’è da plaudire per incoraggiare il nuovo corso che si apre. Questione di good governance!

Annunci

Written by Aly Baba Faye

25 novembre 2011 a 13:46

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...