L'Appunto di Aly Baba Faye

Il “ci sono” di Mario Monti

leave a comment »

.

.

.

 Che Mario Monti fosse una personalità che piace al Corriere della Sera lo sanno tutti. Che potesse essere una risorsa per sostituire B. ci stanno lavorando da  un pò di tempo. Per il quotidiano di via solferino il famoso “Pàpa Straniero” ha il volto di Mario Monti. Infatti, l’ex-commissario europeo alla concorrenza, oltre ad essere un editorialista del Corriere è il loro candidato ideale per sostituire B. in un’auspicato (per loro) Esecutivo di Transizione. Ultimamente, infatti, gli interventi di Monti hanno un sapore più politico del solito. E vien da pensare che lo abbiano convinto che possa essere una risorsa importante in questa fase storica del paese. A far pensare a questo è anche l’editoriale di Monti sul Corriere di oggi (vedi qui). Un autentico atto di candidatura o quanto meno una manifestazione di disponibilità. Monti sceglie un terreno a lui congeniale per invitare eventuali alleati come Bersani e Tremonti a trovare una possibile base di convergenza sulle riforme economiche. L’occasione gli è offerta dall’ennesimo annuncio di una rivoluzione liberale (mai avviata da B.) che sembra animare il “Piano per la crescita” che il governo si accinge a varare. Monti, mettendo i puntini sugli i, fa suo quell’approccio di “liberismo disciplinato e rigoroso” che sembra ispirare il desiderio di svolta della politica economica del Governo. Monti interviene anche con indicazioni sulla direzione da intraprendere. Dice che servirebbero delle riforme o degli aggiustamenti “tecnici” per oliare il sistema e far ripartire la crescita. Ma a questo suo ragionamento, a dire il vero più politico che tecnico, si potrebbe obbiettare dicendo che la natura della crisi richiede molto altro. Con una battuta gli si potrebbe dire che ad essere bloccata non è solo l’economia ma la società italiana. Una simile considerazione comporta un rovesciamento delle priorità nell’agenda del paese. Dunque le proposte, pur considerevoli di “Mister Concorrenza”, scalano di posizione. Insomma, l’agenda delle riforme mette oggi ai primi posti una serie di riforme che non si esauriscono con “l‘abolizione, per tutte le professioni, delle tariffe minime, del numero chiuso, delle restrizioni territoriali, del divieto di farsi concorrenza con la pubblicità“. Certo sono misure importanti ma non risolutive dei problemi del paese. Insomma, dalla spirale depressiva si esce affrontando la  grande questione sociale del precariato che si esplicita con l’alto tasso di disoccupazione giovanile, l’impoverimento progressivo dei ceti medi, il sovra-indebitamento delle famiglie. L’uscita della crisi passa propria dalla capacità di affrontare questi nodi critici. Oggi per rilanciare la crescita, o meglio per uscire dal vortice del declino, del sistema Italia, ci sono scelte fondamentali da fare come  ad esempio l’urgenza di contenere la depressione dei consumi. Servono misure per rafforzare la domanda interna e per stimolare le esportazioni. Servono misure per allargare l’occupabilità. Servono misure di contenimento dell’inflazione. Poi tra le altre urgenze cito anche l’esigenza di una politica  industriale nuova che consideri anche la riconversione ecologica, una nuova fiscalità sociale ecc.. Insomma, nella crisi  si è entrata da destra e se ne esce da sinistra. Non alludo ad un pensiero d sinistra “mainstream”. E Mario Monti lo sa bene. Tuttavià nel suo editoriale si leggi una premura per il fatto che B. e Tremonti rischiano di soffiargli uno degli argomenti su cui ha una indiscussa autorevolezza. Questione di leadership!

Annunci

Written by Aly Baba Faye

6 febbraio 2011 a 16:18

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...