L'Appunto di Aly Baba Faye

Il Fascio e la Kippà

leave a comment »

Il linguaggio è espressione del pensiero. E lo si sapeva. Le parole possono essere armi che possono far male. E anche questo lo si sapeva. Che spesso c’è un uso disinvolto della parola. Pure questo lo si sapeva.  Allora  non dobbiamo sottovalutare il linguaggio e il rischio che Vittorio Foa intravedeva in quel che ha chiamato l’irreverenza della parola (vedi qui). Perciò, mi sembra che siano state sottovalutate le parole del senatore Giuseppe Ciarrapico al riguarda della Kippà come simbolo del traditore. Siamo all’evocazione della classica tesi del Giuda traditore che è la giustificazione dell’odio contro gli ebrei e che ha nutrito le nefandezze del nazismo come manifestazione estrema dell’antisemitismo. Certo se la politica premia e promuove gente come Bossi, Calderoli, Ciarrapico e altri “banalizzatori” del male o “predicatori dell’odio” dobbiamo sapere dove andremo a finire. Mi aspettavo una reazione di indignazione di fronte alle farneticazioni del fascio sulla Kippà. Ma finora non è accaduta. Questione di assuefazione!

Annunci

Written by Aly Baba Faye

30 settembre 2010 a 21:09

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...