L'Appunto di Aly Baba Faye

Archive for maggio 2010

L’Ipad: la nuova morsa di Apple!

leave a comment »

Finalmente è arrivata da noi la tanta attesa tavoletta magica della Apple: l’Ipad. E’ la più giovane creatura di Steve Jobs e ha già riscontrato un grande successo di mercato negli States. Da noi la curiosità cresceva di giorno in giorno. Ma si sa quando si tratta di creature Apple, gli utenti sono spesso degli integralisti. Confesso anch’io di essermi convertito da tempo al culto della mela morsicata. E a proposito del brand e della strategia di marketing  che lo sorrege, non può sfuggire il riferimento alla leggenda di Adamo. Infatti, nella “mitologia” di Apple il genere umano non viene cacciato dal Paradiso per aver mangiato la mela. Bensì nel caso della Apple la tesi avanzata dalla casa di Jobs è che chi morsica la mela si ritrova in Paradiso. Insomma un rovesciamento di prospettiva e un tentativo di creare una nuova leggenda molto suggestiva. Forse per questo i “seguaci”  del culto Apple sono come dei fedeli che credono nell’Applelogia, una sorta di traiettoria della salvezza dell’anima. Ed è per questo che gli utenti di Apple sono “accusati” di essere dei veri fanatici. Ogni creatura, dal Mac fino all’Ipad passando per l’Ipod e l’Iphone, è una sorta “rivelazione” nella via della salvezza. Leggenda a parte,  qui non serve nemmeno chiedersi se questa forza travolgente sia frutto di un credo fideistico oppure di una sapiente strategia di marketing. La risposta è persino ovvia: Marketing of course! Fatto sta che qualsiasi oggetto porti il simbolo della mela morsicata viene considerato come qualcosa che meriti la nostra “devozione a prescindere” come se fosse una  questione di dogma. Al di là dell’apologia resta il fatto che la Apple ci ha molto ben abituato. Ed è per questa ragione che chi ha già morsicata la mela non può più farne a meno dall’immergersi nel Paradiso digitale di Dio di Steve. Questione di fidelizzazione!

Written by Aly Baba Faye

28 maggio 2010 at 22:37

Nucleare: un nuovo triunvirato

leave a comment »

(Ansa) – Teheran, 16 Maggio – E’ cosa fatta l’accordo tra Iran, Turchia e Brasile sullo scambio di combustibile nucleare. Lo ha detto il ministro turco Davutoglu. L’intesa potrebbe porre fine al braccio di ferro tra Teheran e l’Occidente sullo scambio di uranio. ‘E’ stato raggiunto un accordo dopo quasi 18 ore di trattative’, ha detto Davutoglu, giunto a Teheran assieme al premier Erdogan per colloqui con le autorita’ locali e il presidente brasiliano Lula, anche lui nella capitale iraniana.

Certo la partita del nucleare iraniano è ancora aperta. E non è una novità. Come non è una novità il posizionamento di Ankara come avevo avuto modo di rilevare qui. Di nuovo c’è la formalizzazione dell’Asse Teheran-Ankara  con un accordo tra due colossi del mondo musulmano. Ma la novità cui non avevo modo di prevedere riguarda il Brasile. Ma che ruolo vorrà giocare il Brasile di Lula in questa partita sul nucleare è presto per dirlo. Certo è che questo nuovo scenario dovrebbe quanto meno consentire una riapertura del dossier nucleare sopratutto in termini di disarmo e di Global Governance. E’ una partita troppo importante per lasciare ad un accordo bilaterale tra USA e Russia (accordo Start II). Per un mondo senza armi nucleari servirà la collaborazione di tutti. Questione di democrazia!

Written by Aly Baba Faye

16 maggio 2010 at 22:36