L'Appunto di Aly Baba Faye

Una nuova ecologia della mente umana!

leave a comment »

Domani inizia la conferenza sul clima che vedrà i paesi riunirsi a Copenhagen nella speranza di poter raggiungere un accordo equo, ambizioso e vincolante sui cambiamenti climatici. Un accordo che non escluda e non svantaggi ulteriormente i poveri del mondo. Le disponibilità di grandi paesi indistrializzati come USA, Cina e India di ridurre le emissioni di CO2 fanno ben sperare sulla possibilità di un accordo globale. E’ un imperativo morale abandonnare la logica predatrice  e di saccheggio. Infatti, noi siamo la generazione sulla quale grava la responsabilità di una scelta di vita o di morte. Dalle nostre scelte dipendono il futuro della vita sul pianeta. O si cambia e di questo passo si compromette la stessa possibilità di mantenere la vita sul pianeta. Il modello di sviluppo che abbiamo imposto in tutto il mondo non è più sostenibile (leggi qui). Come diceva qualcuno “Il Pianeta non ci appartiene ma ci è stato dato in prestito dalle future generazioni“. Oppure come recita il proverbio Indiano: “Quando avrete abbattuto l’ultimo albero, quando avrete pescato l’ultimo pesce, quando avrete inquinato l’ultimo fiume, allora vi accorgerete che non si può mangiare il denaro”. Oppure ancora: “La terra non appartiene all’uomo, e’ l’uomo che appartiene alla terra. Amatela“. Allora amiamola (guarda video) Questione di etica!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...