L'Appunto di Aly Baba Faye

White Christmas!

leave a comment »

Ho partecipato a Domenica 5, il contenitore televisivo di canale 5 condotta da Barbara d’Urso. Sono stato invitato a prendere parte ad un “confronto” (si fa per dire!), sull’operazione “White Chrismas” lanciato dal sindaco di un piccolo comune del Bresciano. In studio c’erano on. Paola Concia (PD), Flavio Tosi (Lega Nord) e quella lì che va nelle TV a insultare gli immigrati e i musulmani (ex AN, ex la Destra e ex chissà cosa…). Indovinate chi era l’arbitro? Vittorio sgarbi che debbo dire non ha urlato né litigato con nessuno. Comunque il tema era molto serio ma come da copione non c’è stato confronto nel merito per individuare soluzioni sostenibili. Niente! Solo slogan urlati, interruzioni ripetute, applausi e silenzi imbarazzanti. Non ho avuto molto spazio per ragionare sulle questioni molto serie come la legalità, la sicurezza, la dignità delle persone, l’antirazzismo, la convivenza civile, la costruzione del futuro ecc… Poi eravamo in troppi e qualcuno come un disco rotto continuava la sua personale guerra santa contro lo straniero e il musulmano. Alla fine ho cercato di dire qualcosa che aiutasse tutti noi a riflettere su come andare avanti per costruire un futuro insieme. Ma è prevalsa la “cacciara in salsa populista”, la ricerca dell’applauso facile, la demagogia. E davvero non so cosa sia arrivata a casa degli spettatori. Appena finita la trasmissione mi sono sentito  un pò infastidito e con l’amaro in bocca. E poi il dubbio sull’utilità di aver preso parte ad saga politica di bassa lega. Alla fine mi sono rasserenato quando uno che lavora lì si è avvicinato si è complimentato e mi ha detto che è una trasmissione che fa molti ascolti. Dice che oltre alla diretta della Domenica viene replicata in diversi emeittenti locali e dunque raggiunge milioni di telespettatori. Dice che secondo lui la mia presenza era più che utile per rappresentare una voce diversa. Dunque piacia o non piacia resta il fatto che questo genere di trasmissioni sono strumenti potenti per veicolare degli messaggi. Poi è risaputa che la TV è ancora oggi in Italia la principale fonte di informazioni e la più incisiva agenzia “educativa” e di formazione delle opinioni. Proprio per questa ragione non possiamo continuare a snobare queste trasmissioni e lasciar a chi la controlla la libertà di plasmare la mente dei ceti popolari. Questione di Democrazia!

Annunci

Written by Aly Baba Faye

22 novembre 2009 a 21:52

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...