L'Appunto di Aly Baba Faye

Pentagono: Afghanistan non stiamo vincendo!

leave a comment »

Washington, 10 set. – (Adnkronos) – Gli Stati Uniti ammettono che la strategia militare fin qui seguita in Afghanistan non sta avendo successo. “Non sono convinto che stiamo vincendo, ma sono convinto che possiamo”, ha detto in un’audizione davanti alla commissione Forze armate della Camera dei rappresentanti l’ammiraglio Mike Mullen, capo degli Stati maggiori riuniti, alla vigilia del settimo anniversario degli attacchi a New York e Washington, segnati dall’inizio della guerra in Afghanistan. Ai deputati Mullen ha assicurato che il Pentagono sta valutando “una strategia nuova, globale per la regione”, che comprenda Afghanistan e Pakistan. “Dal mio punto di vista – ha sottolineato – queste due nazioni sono legate in modo inestricabile in un’insurrezione comune che attraversa il confine tra loro. Possiamo dare la caccia e uccidere gli estremisti che attraversano la frontiera dal Pakistan….ma fino a quando non lavoreremo piu’ strettamente con il governo pachistano per eliminare i rifugi sicuri dai quali operano, il nemico continuera’ a entrare”.

A 7 anni dell’11 di settembre la guerra contro il terrore non ha sortito nessun effetto positivo. Questo è un dato di fatto. Certo Saddam Hussein è stato impiccato ma l’Irak è destabilizzato. L’Afghanistan senza neanche dirlo è una battaglia persa. La coalizione non ha possibilità maggiori di quelle che aveva l’Urss. Poi c’è l’incognita del Pakistan (Potenza nucleare!). Che dire? l’effetto domino che si è registrato è solo la crescita di odio e insicurezza. Con un forte indebolimento delle Nazioni Unite e del diritto internazionale. Poi nuovi fronti aperti dalla Russia e il rischio di un ritorno della tensione o comunque di una “pace calda” tra Nato e Russia. E alle porte l’eventualità di una nuova guerra tra Israele e Iran. I fondamentalismi religiosi che stanno crescendo e gli integralismi che mettono a dura prova la laicità degli Stati anche nelle democrazia cosiddette occidentali. Davvero il mondo sta messo peggio di come si stava prima dell’11 Settembre. C’è poi la questione del nucleare che è in una nebulosa. Dunque, al di là della dialettica tra ottimismo della volontà e pessimismo dell’intelligenza, la guerra contro il terrore presenta un bilancio fallimentare! Forse è giunto il momento di prenderne atto. Questione di saggezza!

Annunci

Written by Aly Baba Faye

10 settembre 2008 a 21:32

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...