L'Appunto di Aly Baba Faye

Il dopo voto: l’elaborazione del lutto!

leave a comment »

Dunque un Parlamento sostanzialmente bipolare senza la presenza della sinistra tradizionale come scrivevo ieri in questo blog. Sulla vittoria della coalizione che fa capo a Berlusconi il dato politico più significativo resta la grande affermazione della Lega Nord. A questo proposito colpisce la buona penetrazione della Lega Nord nelle regioni del centro Italia come l’Emilia Romagna, le Marche e la Toscana. Un dato che suscita dubbi e apprensione sul peso politico che la Lega avrà nell’azione di Governo. Il voto al partito di Bossi è un mandato chiaro per realizzare fondamentalmente due cose: il federalismo (a partire da quello fiscale) e garanzie per la sicurezza a partire da una mano dura contro l’immigrazione. Su questi due temi è legittimo aspettarsi interventi incisivi del governo, considerando che anche il PDL (la componente di AN) hanno fatto una campagna sulla sicurezza legandola all’immigrazione. Staremo a vedere!

Sull’altro fronte c’è da fare un discorso a parte per IDV di Antonio Di Pietro che è stato premiato dalle urne e ha avuto una buona affermazione. E IDV si potrebbe considerare l’altra forza vincitrice insieme alla Lega Nord. Insomma le due forze politiche che non hanno votato l’indulto e hanno parlato in maniera chiara di legalità e sicurezza seppur con toni e strategie diverse. Per tutti gli altri nel campo dell’ex centrosinistra la sconfitta è netta.  Infatti, nonostante l’annuncio di una rimonta o addiritura di un pareggio al Senato il PD non è andato oltre il 33% una cifra incosistente per una forza a vocazione maggioritaria. Comunque la si mette la verità dei fatti ci dice che la novità del PD non abbia fatto breccia nell’elettorato. Mentre per la sinistra tradizionale si tratta non tanto di una sconfitta quanto di una vera e propria disfatta! Dunque per gli sconfitti la domanda resta riguarda ora il che fare? Probabilmente il PD continuerà a lavorare per il suo progetto post-ideologico magari con qualche correttivo in grado di allargare il proprio consenso verso l’area moderato dove il PD propria non pescato un granché. Mentre la sinistra tradizionale dovrà fare i conti con una sconfitta che rischia di essere fatale per il percorso di riunificazione della sinistra. In attesa di vederci chiaro, si può azzardare un pronostico:  la politica di sinistra sarà fortissima nelle piazze dove la forza della lotta potrebbe produrre un’ulteriore frattura tra società e istituzioni. Per ora un’elaborazione del lutto si rende necessaria… Questione di rito!

Annunci

Written by Aly Baba Faye

15 aprile 2008 a 11:57

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...